Stampa
Dentice con pomodorini, arance, olive taggiasche e foglia di cappero, preparato e fotografato da Giorgio Giorgetti, personal chef Varese Como Milano Lombardia, su Cucino di te.

Dentice con pomodorini, arance e olive taggiasche

Un secondo semplice e veloce, dai profumi e sapori cristallini, mediterranei. Il segreto? Una cottura veloce del filetto di pesce e pochi, pochissimi condimenti

Piatto Secondo piatto
Cucina Italiana
Keyword arancia, dentice, foglia di cappero, olio extravergine d'oliva, olive taggiasche, pesce, pomodorini confit, sale di Cervia, secondi, secondo piatto
Preparazione 30 minuti
Cottura 15 minuti
Tempo totale 45 minuti
Porzioni 2 persone
Calorie 232 kcal
Chef Giorgio Giorgetti

Ingredienti

  • 2 dentici
  • 1 arancia
  • 20 g olive taggiasche
  • 6 pomodorini confit (la ricetta è su questo sito)
  • 4 foglie di cappero (oppure 6 capperi sotto sale)
  • olio extravergine d'oliva
  • sale di Cervia
  • pepe bianco

Istruzioni

  1. Per prima cosa prepara i filetti di dentice: togli le pinne con una forbice, squamali con la lama di un coltello sotto l'acqua corrente, sventrali e svuotali delle interiora e, infine, sfilettali con cura.

  2. Pela al vivo un'arancia e ricavane almeno sei spicchi.

  3. Se usi i pomodorini freschi, lavali e tagliali a metà.

  4. Prendi una padella, meglio se antiaderente, e spennella con un velo d'olio extravergine d'oliva. Ponila sul fuoco vivace.

  5. Sempre nel caso tu stia usando i pomodorini freschi, mettili nella padella calda e falli saltare alacremente a fuoco alto, in modo che perdano buona parte dell'acqua di vegetazione. Salali con un pizzico di sale comune

  6. Quando si sono un po' raggrinziti, aggiungi gli spicchi d'arancia e le olive. Se invece usi i pomodorini confit, uniscili ad arance e olive e poni il tutto nella padella calda.

  7. Fai saltare a fuoco vivace per un paio di minuti.

  8. Sempre a fuoco vivo, metti nella padella i filetti di dentice, con la pelle a contatto con il fondo. Attendi senza muoverli che la pelle si rosoli bene e che la polpa del pesce cominci a cuocersi

  9. Dopo 2-3 minuti, volta velocemente i filetti e falli cuocere per pochi secondi e rigirali subito.

  10. Togli dal fuoco, condisci con un pizzico di sale di Cervia e di pepe bianco.

  11. Impiatta decorando con le foglie di cappero o i capperi dissalati e ben lavati.

  12. Se ti piace, termina con un filo d'olio extravergine d'oliva degno di questo nome.

Note

Puoi usare qualsiasi tipo di pesce per fare questo piatto, anche i più comuni. Eviterei comunque il salmone, che è troppo grasso e preponderante.
La cottura del filetto deve essere molto breve: fai cuocere bene la parte con la pelle, affinché resti croccante (bastano 2-3 minuti) e gira dalla parte della polpa soltanto se il filetto è molto spesso e non si cuoce bene. Non superare però i 10-20 secondi.